Itinerario per Ciclisti da Fiuggi a Roma

E’ il percorso più semplice e tutto sommato meno trafficato per arrivare da Fiuggi al cuore di Roma. Altimetria in continua leggera discesa, con tratti pianeggianti e solo tre piccoli strappi in salita (uscendo da Fiuggi e prima e dopo Cave). Molto suggestivo il tratto sull’Appia Antica (prestare molta attenzione al selciato sconnesso), ricchissimo di monumenti e con traffico automobilistico pressoché inesistente nel primo tratto.

Uscendo dall’Hotel si svolta a ds. percorrendo Via dei Villini. Giunti alla grossa aiuola spartitraffico si svolta a sin. e poi ancora a ds. immettendosi sulla SS Prenestina. Si ignora la pista ciclabile accanto alla strada e dopo qualche km pianeggiante inizia la prima breve salita (meno di 3 Km al 3,5%) sino ad attraversare la pista ciclabile (km. 4,9) in cui ci si immette svoltando a sin. E’ questo il tratto più panoramico del percorso, in gran parte in discesa. Si percorre la pista sino al bivio di Piglio (km. 15,7) dove ci si immette nuovamente sulla SS Prenestina. Un breve tratto pianeggiante e quindi una discesa abbastanza pendente per attraversare la frazione de “La Forma”. Quindi un lungo tratto sostanzialmente pianeggiante, attraversando la piacevole campagna, sino al bivio di Genazzano (km 30,1): un secco tornante e si inizia il secondo strappetto (1,3 km al 5%) che conduce alla periferia di Cave. Attraversato il paese, dopo  qualche km un ultimo breve tratto di salita (1,5 km al 5,5%) sino a San Bartolomeo. Si raggiunge Palestrina e si continua sulla SS Prenestina (ora Prenestina Nuova) seguendo le indicazioni per Roma e per la SS 6 (Casilina) che si raggiunge al km 46,7 del percorso. 

Continuando ora sulla SS Casilina, tra tratti più urbanizzati e tratti di aperta campagna, si raggiungono le prime borgate di Roma con traffico automobilistico via via più sostenuto: Pantano, Finocchio, Borghesiana, Torre Gaia e Torre Nova. Poco dopo l’ampio sottopasso di Viale Oxford si abbandona la SS Casilina (km 64,3). Al semaforo si svolta a sin. per la stretta Via di Torre Gaia e quindi ci si immette, dopo 700 m., sull’ampio Viale della Sorbona (accanto alla strada c’è anche un marciapiede ciclabile, in genere però molto sporco). Superate alcune rotatorie si seguono le indicazioni per Torre Spaccata (percorrendo Via del Fosso di S. Maura) e si giunge ad un semaforo (km. 67,9): svoltare a sin. (Viale A. Ciamarra, indicazioni per Cinecittà). Dopo 700 m. svoltare a ds., passando sotto il ponte di un grosso condominio, immettendosi in Viale B. Rizzieri. 600 m. e si svolta a sin. per Via di Torre Spaccata e si arriva all’attraversamento di Via Tuscolana (km. 70,0). Si continua dritti iniziando Via delle Capannelle (strada stretta ed abbastanza trafficata). Attraversata Via Appia Nuova (km. 73,2) si percorre la stradina di Via Casal Rotondo che in 900 m. conduce all’incrocio con Via Appia Antica.

Si svolta a ds. e siamo sull’antica strada romana ricchissima di monumenti. Un lungo rettilineo (6,6 km.) sul selciato suggestivo e sconnesso (in alcuni tratti prestare molta attenzione) e dopo la confluenza con Via Ardeatina si arriva alla Porta di San Sebastiano (km 81,6). Si continua dritti, tra il verde, sino a Piazzale Numa Pompilio. Percorrendo poi  Viale delle Terme di Caracalla e quindi Via di San Gregorio si giunge al cospetto del Colosseo (km. 84, 2).

pdfScarica la planimetria

pdfScarica il percorso km per km

pdf Scarica gli itinerari